Il Temporary Export Manager per lo sviluppo internazionale della tua impresa

Times have changed

Ti chiedi cos'è e cosa fa il Temporary Export Management? E se sia la formula giusta per te?

Ti chiedi cos’è il Temporary Export Manager e se sia la figura giusta per te? 

Ecco alcuni vantaggi e specificità del Temporary Export Management per sgombrare il campo dai luoghi comuni.

Il TEM è una figura professionale riconosciuta dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), dal MAECI (Ministero degli Esteri) ,
da SIMEST ed altri enti (Regioni, Camere di Commercio …)
che erogano voucher, finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto
per sostenere i processi di internazionalizzazione delle PMI e startup.

Perché un Temporary Export Manager?

Un TEM ti evita di dover assumere un Export Manager a tempo pieno prima che la tua azienda non sia pronta per farlo.
Un Temporary Export Manager ti fa da “apripista”, ti consente di testare l’accoglienza della tua offerta.
Ti può anche aiutare a formare i tuoi collaboratori, ad organizzare e a strutturare progressivamente il tuo ufficio estero.

Perché avvalersi di un TEM adesso?

Nonostante i cambiamenti e le restrizioni dovute a Covid-19, e alle limitazioni agli spostamenti o all’apertura dei negozi per esempio, l’export rimane una priorità per il rilancio delle imprese italiane, proprio per la debolezza della domanda interna in Italia.
Per questo ci sono ora numerosi bandi, incentivi e finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione delle PMI e start-up.

Cosa fa il Temporary Export Manager?

Il TEM spesso si occupa di scoprire o generare nuove opportunità di business, individuando nuovi clienti diretti, agenti e altri intermediari commerciali, o dei partner locali per una presenza nei mercati di interesse.
Il Temporary Export Manager può anche affiancare i tuoi collaboratori interni se non hanno il tempo o la preparazione necessaria per gestire adeguatamente i mercati esteri.

Preconcetti relativi al Temporary Export Manager

Un TEM non è un agente né un procacciatore d’affari, anche se è una figura commerciale – ma non solo -, e mira ad aumentare le tue vendite all’estero.
Un TEM non è un traduttore né un interprete, anche se parla fluentemente diverse lingue straniere.
Un TEM non fa telemarketing, anche se usa il telefono e le videochiamate per i suoi contatti commerciali.

Mi dedicherà abbastanza tempo?

Un TEM si divide tra più PMI anche contemporaneamente, tranne se diversamente concordato.
Proprio per questo è un professionista abituato ad ottimizzare il proprio tempo e a lavorare per obiettivi.
Più che gestire un parco clienti già esistenti, un TEM crea opportunità che ancora non esistono.
Una PMI può quindi beneficiare della sua esperienza in aziende e settori diversi per differenziarsi dai suoi concorrenti.

Come trarre il massimo della collaborazione con un TEM?

Il Temporary Export Manager ti guida nel tuo percorso di internazionalizzazione.
Si occupa sia di strategia – come un consulente export – che di operatività – come un commerciale -.
Otterrai il massimo dalla collaborazione con un TEM se lavorerai a stretto contatto con lui/lei, anche a distanza.
Perché tu conosci il tuo prodotto e la tua azienda, e lui/lei ha un metodo di lavoro e conosce i mercati esteri.

Scopri subito se il Temporary Export Manager possa fare per te:
contattaci per un preventivo personalizzato, senza impegno, e con una prova di 3 mesi!

Internazionalizzare. Innovare. Crescere.

Copyright © 2013-2021 metagorà 

Note legali:

P.IVA: IT-03391850983

In Lombardia:
Via Papa Giovanni Paolo I, n. 4
I-25085 Gavardo (BS)
Cell.: +39 392 0263 071

In Toscana:
Via di Roveta, 15
I-50018 Scandicci (FI)
Cell.: +39 333 7301 883

Iscriviti alla newsletter.

Non mancare i nostri aggiornamenti.