Gestione del cambiamento

metagora - consulenza risorse umane - gestione cambiamento

Quando si parla di “gestire il cambiamento”?

… la rapida crescita della vostra impresa sta causando importanti cambiamenti nella routine dei dipendenti?

… state affrontando un cambio generazionale o una ristrutturazione?

… vorreste migliorare il benessere o il clima in azienda?

Le difficoltà insite nella gestione del cambiamento

Cambiamenti importanti nella vita di un’impresa generano spesso incomprensioni, stress e forti resistenze che, se non gestite, possono rendere più lunga e difficile la fase di transizione e perfino compromettere il buon esito del processo di cambiamento.
Vari studi, in Italia e all’estero, dimostrano che il 75% dei progetti di cambiamento, anche se perfetti da un punto di vista teorico, falliscono. Perché? Perché non tengono conto che sono le persone che devono cambiare.

I nostri interventi per la gestione del cambiamento

Un approccio che punta sulle persone

Offriamo un supporto mirato per aiutare le persone a gestire i problemi che incontrano nelle varie fasi di cambiamento.

Modalità pratiche per la conduzione dell’intervento di gestione del cambiamento

1. Incontro preliminare con la committenza per inquadrare la situazione, formulare una o più ipotesi di intervento e determinare i criteri di valutazione del processo di cambiamento
2. Accordo sulle modalità di intervento che possono assumere diverse forme quali ad esempio:
consulenza diretta in azienda
‘regia’ strategica dall’esterno, cioè senza intervento diretto in azienda ma supervisione dall’esterno del piano operativo messo in atto in azienda
formazione
colloqui individuali, percorsi di coaching (individuali e di gruppo)
3. Definizione delle modalità operative dell’intervento con particolare attenzione alla selezione dei partecipanti ai gruppi di lavoro
4. Messa in atto delle strategie e valutazione dei progressi
5. Eventuali interventi correttivi e consolidamento risultati
6. Monitoraggio periodico e controllo avanzamento processo di cambiamento
7. Conclusione e insegnamenti per il futuro